Airplayer, AirFlick e AirPlayer [Aggiornato x2]

Da quando Apple ha fatto uscire AirPlay (l’erede di AirTunes) c’è stata una vera proliferazione di Air* nel mondo dell’hacking. La tecnologia AirPlay è quella che consente di inviare in streaming un filmato (o della musica, o delle foto) dal proprio iPad/iPhone/iPod touch oppure dal proprio iTunes (installato su un PC Windows o su un Mac) fino ad una Apple TV collegata allo schermo LCD del salotto. In altre parole AirPlay trasforma la televisione di casa in un’appendice del proprio ecosistema multimediale “Apple-based”.

Il funzionamento è semplice e coinvolge solidi ed affermati standard web:

  1. l’Apple TV si mette in ascolto su una porta TCP e pubblicizza la propria “disponibilità” a proiettare il contenuto proveniente dagli altri dispositivi attraverso Bonjour (l’implementazione Apple di zeroconf);
  2. un’altra periferica, facciamo conto che sia un iPad, collegato alla rete locale vede attraverso Bonjour che l’Apple TV sta là e quindi lo aggiunge all’elenco delle periferiche AirPlay;
  3. si inizia a vedere un film sull’iPad e, ad un certo momento, si decide di continuare la visione sullo schermo LCD collegato all’Apple TV: si seleziona quindi l’Apple TV dal menù AirPlay dell’iPad;
  4. l’iPad si connette all’Apple TV e gli dice: “Guarda che dovresti proiettarmi un filmato sullo schermo. Prendilo da qui: http://<indirizzo_iPad&gt;:<porta>/<percorso_al_file.mp4>; e inizia da questo offset: <secondi_già_visualizzati_sull’iPad>”. Contestualmente l’iPad apre la porta TCP indicata sulla quale rende disponibile via HTTP il file del film;
  5. l’Apple TV, diligentemente, fa quello che gli viene richiesto: si connette a sua volta all’iPad e inizia a visualizzare il filmato.

Come si vede l’architettura prevede due soggetti i cui ruoli di client e server TCP, ad un certo punto, vengono scambiati: quello che inizialmente lavora come un server (l’Apple TV), durante la visualizzazione diventa il client di un server (l’iPad) che nella fase precedente era il client. Per evitare confusione si introducono quindi due nuovi ruoli: il player (ossia l’Apple TV o chi ne fa le veci) e lo streamer (ossia la periferica che detiene il file multimediale e lo trasmette).

Nelle intenzioni di Apple l’Apple TV è l’unico dispositivo che può interpretare la parte del player, e gli unici formati video ammessi sono quelli ufficialmente riconosciuti dall’Apple TV, e quindi MPEG-4 & AVC, debitamente incapsulati in un container .mp4 o .mov (che, scava scava, sono praticamente la stessa cosa). E, sempre secondo Apple, gli streamer possono essere solamente quelli già citati: iTunes, iPad, iPhone e iPod touch.

In molti hanno sentito il bisogno di più libertà! Ecco quindi 3 diversi software che intervengono in 3 punti critici che limitano la libertà degli utenti di AirPlay:

  • Airplayer, per fare lo stream verso Boxee ed altri media center;
  • AirFlick, per fare lo stream di tutti i tipi di file;
  • AirPlayer, per fare lo stream verso un computer Macintosh.

Airplayer

Airplayer è un programma in Python che consente di trasformare un’installazione di Boxee, XBMC o Plex in un clone quasi perfetto dell’Apple TV. Lo sviluppo è ancora allo stato embrionale, quindi mancano ancora diverse cosette accessorie come un metodo di installazione automatizzata tramite pacchetti o la possibilità di riprodurre filmati protetti da DRM (quelli che si comprano o noleggiano da iTunes Store, per capirsi). Quindi occorre scaricarsi a mano gli archivi .tar.gz per Airplayer e per le sue dipendenze, compilare, installare, configurare, lanciare etc. etc. (chi si vuole avventurare nell’installazione legga prima tutta la documentazione allegata!). Ma alla fine il sistema è funzionante, almeno per i filmati senza DRM.
Qui è dove ho sentito parlare di Airplayer la prima volta: http://forums.boxee.tv/showthread.php?t=21657&highlight=apple+airplay&page=2

AirFlick

AirFlick rientra, seguendo la categorizzazione precedente, nella classe degli streamer. Rispetto allo streamer di default (iTunes) ha il vantaggio di poter convertire al volo – con l’ausilio di VLC oppure, se non riesce a trovarlo, usando una sua copia delle librerie ffmpeg – praticamente tutti i formati video conosciuti in un formato comprensibile all’Apple TV. In questo modo si potrà fare lo stream sulla televisione di casa anche dei filmati .avi, .mkv, etc. etc. Un’altra chiccha è la possibilità di proiettare anche le presentazioni in formato PDF. Uscito dalla mente vulcanica di Erica Sadun (blogger di TUAW e sviluppatrice per iOS e Mac OS X) attualmente AirFlick è solo per Mac ma, una volta svelato il trucco, non mi stupirei troppo di vedere prima o poi in circolazione un programma analogo anche per gli altri sistemi operarivi.
Lo si può prelevare da qui: http://ericasadun.com/ftp/AirPlay/

AirPlayer

Ed ecco un altro capitale contributo della grande Erica Sadun. AirPlayer (notare la “P” maiuscola) è un programma per Mac OS X che trasforma, al pari del suo collega con la “p” minuscola, ogni Macintosh in un clone dell’Apple TV (almeno per quanto riguarda la gestione del protocollo AirPlay).  Ottimo programma: anche di questo si attende con ansia il porting su altre piattaforme!
Lo si può scaricare dalla stessa area del precedente: http://ericasadun.com/ftp/AirPlay/

Aggiornamento. C’è anche un software gratuito per iPhone e iPad che trasforma il vostro iDevice in un player AirPlay. Si tratta di AirView. Questo il link alla sua pagina in App Store: http://itunes.apple.com/it/app/airview/id412370918?mt=8

Aggiornamento #2. Anche il lettore multimediale predefinito di Ubuntu, Totem, entra a far parte del giro di AirPlay: http://www.ossblog.it/post/7335/totem-abbraccia-la-mela-disponibile-su-git-un-plugin-per-airplay

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...